Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Aprirà lunedì 20 maggio 2019 il bando che concede agevolazioni alle imprese che attivano progetti di innovazione nel settore del commercio al dettaglio. Sono finanziabili interventi per l'innovazione gestionale, dei sistemi di vendita e di servizio effettuati da imprese commerciali, in particolare dai piccoli esercizi di vicinato. La finestra di presentazione del bando sarà aperta dal 20 maggio all'11 luglio 2019 e i progetti dovranno essere realizzati entro il 31 dicembre 2019.

Per maggiori informazioni sulle spese ammissibili, i requisiti per aderire al bando e le premialità previste consulta la scheda di presentazione del bando CLICCANDO QUI.

17/05/2019

 

fermini agosti gambazza tagliafichiL’Italia, nell’ambito dell’Unione Europea, è il Paese che detiene il non invidiabile primato per i nume-rosi adempimenti burocratici posti a carico di chi fa impresa e produce beni e servizi. Tra questi, ci sono anche quelli relativi alla gestione e al trattamento dei rifiuti originati si dall’attività produttiva all’interno di aziende e uffici. Per fare il punto della situazione e cercare di far luce su un settore caratterizzato da normative non sempre di facile interpretazione, CNA Piacenza ha organizzato un seminario informativo, intitolato “Adempimenti gestione rifiuti”, che ha visto al tavolo dei relatori - introdotti dal Direttore di CNA Pia-cenza, Enrica Gambazza, e dalla Responsabile di CNA Ambiente e sicurezza Giuseppina Tagliafi-chi - Valter Agosti e Luca Fermini di Iren Ambiente. “La prima cosa da fare - hanno evidenziato i tecnici di Iren - è quella di procedere alla codificazione e alla classificazione di un rifiuto, operazione che può essere fatta analizzando le schede tecniche delle materie utilizzate per generare il prodotto da cui il rifiuto stesso è derivato. Questo processo permette di assegnare al rifiuto un Codice Cer e quindi di classificarlo come “pericoloso assoluto”, “non pericoloso in assoluto” oppure “speculare”. In base a tale classificazione va allestito il cosiddet-to deposito temporaneo all’interno dell’azienda, dove i rifiuti saranno suddivisi, appunto, per tipologia prima della loro raccolta da parte di chi si occuperà delle successive fasi di trasporto e di smalti-mento”. Prima di spostare l’attenzione sulle varie documentazioni necessarie per procedere alle fasi di tra-sporto e di smaltimento dei rifiuti, l’incontro si è animato attraverso l’analisi di casi pratici proposti dai numerosi artigiani e imprenditori presenti. “Anche la parte relativa alla documentazione ha molta importanza, perché le normative prevedono in quest’ottica vari adempimenti specifici per consentire la tracciabilità dei rifiuti. Il produttore di rifiuti infatti - hanno continuato i tecnici di Iren - ha l’obbligo di verificare le autorizzazioni non solo del tra-sportatore ma anche dell’impianto che si occuperà della successiva fase di recupero o di smalti-mento dei rifiuti. E’ prevista la compilazione di un formulario di identificazione dei rifiuti, compilato secondo le indicazioni previste dalle attuali normative, ma anche, a seconda delle tipologie delle at-tività produttive, di un registro di carico-scarico che deve contenere le indicazioni relative alle carat-teristiche qualitative e quantitative dei rifiuti”. Nel corso dell’incontro è stato anche ricordato il nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti 2.0 che, pro-babilmente dal prossimo anno, sostituirà il Sistri definitivamente abrogato nei mesi scorsi.

Ufficio Stampa CNA Piacenza 16/05/2019

fotoCNA Impresa Donna partecipa quest’anno a la Race For The Cure, a Roma dal 16 al 19 maggio prossimo, con una rappresentanza di imprenditrici, imprenditori e dipendenti dell’associazione che correranno la “Race for the Cure”, dando così un contributo importante all’iniziativa organizzata dalla Susan G. Komen Italia Onlus che si spende per favorire un approccio di terapie integrate a supporto della prevenzione e della cura oncologica. CNA aderisce a questa nuova visione, a questo nuovo approccio alla prevenzione della malattia attraverso l’attività fisica.

Il progetto di collaborazione tra CNA Impresa Donna e Komen nasce per promuovere un cambiamento culturale nel modo di affrontare il tumore, fornire anche alle pazienti oncologiche in Italia un approccio olistico, affiancando alle terapie convenzionali discipline terapeutiche complementari scientificamente validate.

L’obiettivo di CNA Impresa Donna? Essere la più grande squadra in graduatoria nella corsa che si svolgerà domenica 19 maggio. CNA Impresa Donna invita quindi tutti a iscriversi secondo le modalità riportate in allegato.

CLICCA QUI

 

Gli uffici CNA, in occasione della Festività del 25 Aprile,

RESTERANNO CHIUSI VENERDI’ 26 APRILE.logo 50 x facebook 02

La Segreteria

Piacenza, 2 aprile 2019 - Il nuovo regime fiscale, modificato dall’utilizzo della fattura elet-tronica entrato in vigore all’inizio dell’anno, sta creando problematiche e disguidi a tutto il sistema produttivo italiano. La conferma di questa situazione viene anche da una recente indagine condotta da CNA tra le sedi operative territoriali, che assistono i contribuenti nell’emissione delle fatture elettroniche. Da tale indagine è infatti emerso che esistono gravi problematiche di varia natura, come il termine di soli dieci giorni previsto dalla nor-mativa per emettere e trasmettere le fatture, termine che si sta rivelando decisamente in-sufficiente.

Leggi tutto: Fattura elettronica: CNA chiede la proroga del regime transitorio.