Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Nonostante la sospensione del Sistri stabilita dal decreto “Cresci Italia” (Legge 134/2012), il Ministro dell’Ambiente Corrado Clini, con un decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 23 agosto scorso, ha riproposto la scadenza del 30 novembre 2012 per il pagamento del contributo per il Sistri - il sistema telematico di tracciabilità dei rifiuti - relativo al 2012.

“Sorprende e preoccupa – commenta il Presidente di Rete Imprese Italia Giorgio Guerrini - la riproposizione del contributo a carico delle imprese quando lo scorso giugno, il decreto “Cresci Italia”, norma di rango superiore al provvedimento ministeriale, ne ha stabilito espressamente la sospensione. L'ultima cosa di cui hanno bisogno gli operatori e le imprese coinvolte nella gestione dei rifiuti è di alimentare ulteriore confusione su questa delicata e complessa materia”.

Leggi tutto: Sistri - Rete Imprese Italia. “Fare chiarezza sul Decreto Clini”

La Giunta regionale con atto n. 1119 del 30 luglio 2012, che verrà pubblicata sul BUR del 16/08/2012, ha approvato il bando per l’attuazione del programma “Una casa alle giovani coppie ed altri nuclei familiari”.

La delibera sarà online all’indirizzo http://territorio.regione.emilia-romagna.it/politiche-abitative  il giorno 16/08/2012.

Per maggiori informazioni http://territorio.regione.emilia-romagna.it/politiche-abitative/contributi-casa/una-casa-alle-giovani-coppie-ed-altri-nuclei-familiari .

Leggi tutto: “Una casa alle giovani coppie ed altri nuclei familiari”.

Il Premier Mario Monti, oggi a Parigi, ha incontrato il Presidente francese, Francois Hollande. In una nota congiunta i due leader hanno ribadito che "le conclusioni del Consiglio Europeo del 28 e 29 giugno scorso devono essere attuate rapidamente. I dispositivi e gli strumenti previsti in tale occasione - scrivono - devono poter essere utilizzati nel minor tempo possibile, qualora necessario".

"Le conclusioni del Consiglio Europeo del 28 e 29 giugno scorso debbono essere attuate rapidamente. I dispositivi e gli strumenti previsti in tale occasione, debbono poter essere utilizzati nel minor tempo possibile, qualora necessario. Le iniziative per la crescita comune dell'economia dell'Unione Europea e per l'occupazione devono essere concretizzate il più rapidamente possibile". Lo scrivono in una dichiarazione congiunta il Premier Mario Monti e il Presidente francese, Francois Hollande, che si sono incontrati oggi a Parigi.

Leggi tutto: Crisi. Monti-Hollande. "Attuare subito misure per la crescita e l'occupazione"

Un appello di Cna-Fita affinché, in campo nazionale, “l’autotrasporto possa rilanciare il dialogo con la committenza per trasformare il cosiddetto articolo 83-bis (norma che disciplina il rispetto di costi minimi per la sicurezza nel trasporto nazionale) in una concreta piattaforma di regolazione condivisa”.

Non si chiede un semplice tavolo,ma “la dimostrazione di saper rappresentare le nostre imprese garantendo loro utili strumenti anziché costosi quanto inutili contenziosi legali”.

Stefano Tarlarini, responsabile provinciale di Cna-Fita,precisa che l’associazione “sta portando avanti da alcuni mesi il dialogo, da sempre proposto a tutti come unica via possibile”.

19/07/2012

"Se la spending review si pone l'obiettivo di non aggravare la pressione fiscale con l'aumento dell'Iva allora coglie i bisogni del paese". E' il giudizio di Ivan Malavasi, presidente nazionale della Cna, rilasciato all'Ansa, a margine del convegno “Imprese e città metropolitana. Milano tra competizione globale e città aperta”.

"Per quanto riguarda la pubblica amministrazione - ha aggiunto Malavasi - in Italia convivono livelli elevati di efficienza e livelli molto bassi". Per questo i tagli dovrebbero essere fatti "in maniera più chirurgica e meno trasversale".

E' "positivo" il giudizio del presidente della Cna sull'istituzione delle città metropolitane. "Lo salutiamo come un atto importante - ha sottolineato - perché porterà sviluppo per l'economia del territorio, miglioramento nella governance e semplificazione negli ordinamenti. Se questi sono i contenuti - ha concluso - allora siamo partiti con il piede giusto".

06/07/2012