Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Scadenza: 31 ottobre 2013

Per ridurre il divario tra le competenze possedute dai giovani e quelle richieste dalle imprese, favorendo così il loro inserimento stabile nel mercato del lavoro, è stato infine pubblicato un bando che finanzia percorsi formativi per i giovani fra i 30 e i 34 anni.

Il finanziamento è concesso direttamente ai giovani tramite voucher, a copertura delle spese di iscrizione. Per richiedere il voucher, il giovane deve avere già individuato un’impresa che sia disponibile a realizzare almeno l’80% della formazione presso la propria sede e che sia interessata a un’eventuale successiva assunzione.

Un’opportunità importante per i giovani ma anche per le imprese, che possono godere di un valido supporto per formare risorse all’interno del proprio sistema produttivo.

Per saperne di più: IL BANDO

29/11/2012

Scadenza: 31 gennaio 2013

Tra le nuove misure approvate, ci sono incentivi economici per le imprese che assumono giovani con contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale e con contratto di apprendistato di alta formazione e di ricerca nel periodo compreso tra il 26 aprile e il 31 dicembre 2012.

L’entità del contributo varia a seconda della tipologia di contratto e del sesso dei neoassunti, per promuovere in particolare l’occupazione delle giovani donne:

Leggi tutto: Incentivi per l'apprendistato

Scadenza: 31 gennaio 2013

Il bando, che offre incentivi fino a 12.000 alle imprese che nel 2012 assumono a tempo indeterminato giovani dai 18 ai 34 anni, è stato modificato per allargare la partecipazione, con una particolare attenzione alle imprese colpite dal sisma dello scorso maggio. Due le principali novità:

  • requisiti imprese: quelle che hanno dovuto fare ricorso ad ammortizzatori sociali per motivi estranei alla conduzione aziendale - tra cui, oltre al terremoto, le nevicate straordinarie di febbraio - sono comunque ammesse al bando
  • requisiti giovani: gli incentivi possono essere assegnati per l’assunzione di giovani disoccupati, inoccupati o discontinui, compresi gli apprendisti. La definizione di “discontinui” è stata modificata e vi sono ora ricompresi tutti gli under 34 che, nei 36 mesi precedenti all’assunzione, hanno percepito un reddito lordo inferiore a 65 mila euro e che, in quell’arco temporale, sono stati occupati per almeno 18 mesi con qualsiasi forma giuridica di lavoro.

Per saperne di più:

IL BANDO

29/11/2012

Il Piano per l’accesso dei giovani al lavoro, la continuità dei rapporti di lavoro, il sostegno e la promozione del fare impresa, approvato ad aprile dalla Regione Emilia-Romagna, prosegue con nuove iniziative.

Il Piano ha una dotazione di 46 milioni di euro di risorse comunitarie, nazionali e regionali. Di questi, 20 milioni sono già stati messi a disposizione delle aziende sotto forma di incentivi all’assunzione. Altri 20 milioni sono ora messi in campo per promuovere il contratto di apprendistato, attraverso incentivi e finanziamenti alla formazione degli apprendisti, e 3 milioni sono stanziati per favorire l’inserimento lavorativo dei giovani fra i 30 e i 34 anni attraverso percorsi formativi in azienda.

Per saperne di più: IL PIANO GIOVANI

29/11/2012

Manca un mese al debutto della TARES, il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi, a copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento, che entrerà in vigore il 1° gennaio 2013 a seguito della sua istituzione a opera dell’art. 14 del d.l. 201/2011.

Pare opportuno ricordare, brevemente, in cosa consiste la TARES.

Il nuovo tributo, che come ricordato entrerà in vigore il 1° gennaio 2013, accorperà in una sola tassa le diverse fasi della gestione dei rifiuti.

Lo scopo è quello della semplificazione nel processo di imposizione sui rifiuti che a oggi è suddiviso tra settori commerciali, settore privato e residenziale.

 

Leggi tutto: Rifiuti dal 1 gennaio 2013 arriva la TARES. TARES: COS’E'?