Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Entro il 31 marzo 2018 va inviato il monitoraggio relativo al lavoro usurante dell’anno 2017. La comunicazione telematica riguarda il lavoro notturno, il lavoro a turni, il lavoro a catena, attività con rischio amianto e quelle rientranti nelle voci di rischio individuate.

28/02/2018

Entro il 7 marzo 2018 vanno inviate telematicamente le Cu relative ai rapporti di lavoro dipendente ed autonomo per quei redditi che devono essere dichiarati in 730. La consegna a tutti i sostituiti deve avvenire entro il 31 marzo 2018.

28/02/2018

fita autotrasportoUn grido d’allarme contro la concorrenza sleale nel settore dell’autotrasporto lanciato da Fita, la realtà della CNA piacentina che associa sul territorio oltre 260 imprese di questo importante com-parto della nostra provincia. Un grido d’allarme lanciato per voce del Presidente provinciale di Fita, Giuseppe Brusamonti, e del Responsabile provinciale Stefano Tarlarini che, insieme al Direttore di CNA Piacenza, Enrica Gambazza, hanno presentato oggi la campagna “Stopdumping”.

“Non chiediamo contributi o incentivi per l’autotrasporto - ha sentenziato Brusamonti - ma semplicemente l’impegno del prossimo parlamento nazionale e delle istituzioni europee per contrastare la concorrenza sleale, anche se effettuata al limite delle attuali normative. Il vero problema è rappre-sentato dalle aziende di autotrasporto italiane che, sempre più spesso, delocalizzano la sede legale e operativa in Paesi dell’est europeo, dove la tassazione e i costi del lavoro sono molto più bassi. Molte di queste aziende operano poi in Italia senza rispettare pienamente i limiti quantitativi imposti dalle normative, creando di fatto concorrenza sleale a costi che le imprese italiane non si possono permettere ma, di fatto, creando anche problemi nell’indotto e nell’ambito della sicurezza stradale”. Damping sociale e distacco transnazionale praticato dalle imprese estere di autotrasporto. Questo il problema principale che CNA-Fita vuole portare all’attenzione di chi legifera in Italia e in Europa.

“Negli ultimi dieci anni - ha evidenziato Tarlarini - in Italia abbiamo perso 25.000 imprese dell’autotrasporto; nella nostra provincia, dove questo settore ha da sempre grande valore, le imprese sono diminuite del 40% nell’arco di un ventennio. Siamo contro la liberalizzazione del cabotaggio stradale, contro l’uso distorto del distacco transnazionale e per questo chiediamo anche più controlli per la verifica della regolarità delle operazioni di trasporto. Senza provvedimenti a tutela di una vera e sana libera concorrenza, si rischia di infliggere un duro colpo a questo settore così im-portante per l’economia nazionale”.

“Sono aziende - ha concluso Enrica Gambazza - che in gran parte si inseriscono nel mondo di quelle piccole e medie imprese che sono l’ossatura portante del tessuto produttivo italiano. Oggi denunciamo questo fenomeno altamente negativo, cercando di fare arrivare la nostra voce soprattutto al nuovo parlamento e al nuovo governo, affinché possano agire tempestivamente per disciplinare nel migliore dei modi una situazione che rischia di far chiudere ancora altre aziende”.

CNA Piacenza Ufficio Stampa

27/02/2018

gambazza bonacini pedrazzini cinemaQuattordici aspiranti produttori televisivi e cinematografici, selezionati in tutta l’Emilia Romagna, per partecipare al corso di formazione in “Produzione cinematografica” organizzato dalla Fondazione Fare Cinema di Marco Bellocchio. Un corso altamente specialistico che prenderà vita nei prossimi giorni e si concluderà a fine anno (dopo 300 ore di lezioni teoriche e pratiche) nelle aule didattiche di Bobbio, località dell’Appennino piacentino che da anni ospita l’omonimo film-festival organizzato proprio dal regista piacentino. Il corso, finanziato dalla Regione Emilia Romagna attraverso il Fondo sociale europeo, è stato pre-sentato oggi alla sede piacentina di CNA - Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa, che attraverso il proprio ente di formazione Ecipar supporta l’organizzazione del corso - alla presenza del Direttore Enrica Gambazza, dal Presidente della Regione Stefano Bonaccini e dalla direttrice artistica del Bobbio Film-festival, Paola Pedrazzini.

“E’ la seconda collaborazione che mediante Ecipar - ha precisato Enrica Gambazza - offriamo al Bobbio Film-festival dopo il Corso di sceneggiatura partito lo scorso autunno. E’ un onore, attraver-so le nostre imprese del mondo artistico e della cultura e attraverso il nostro ente di formazione, colllaborare con queste importanti professionalità del mondo del cinema che, tra l’altro, offrono anche un’eccezionale vetrina nazionale ed internazionale al nostro territorio provinciale”.

Come pensare e come sviluppare un film, come reperire i finanziamenti per produrlo ma anche come individuare le location per poterlo realizzare e come pianificare le migliori strategie commer-ciali per la sua distribuzione. Queste, in estrema sintesi, le materie di studio a cui si dedicheranno i 14 aspiranti produttori ammessi al corso.

“Quattro di questi quattordici - ha evidenziato Paola Pedrazzini - sono piacentini, provenienti da un territorio che, grazie soprattutto a Marco Bellocchio, vanta ormai un’importante tradizione nel mon-do del cinema. Si tratta di un corso altamente specialistico, a cui hanno già aderito, come docenti, personaggi del calibro di Nicola Giuliano, Gregorio Paonessa, Beppe Caschetto, Roberto Olla, Cecilia Valmarana di Rai Cinema e Caterina D’Amico, Presidente della Scuola nazionale di cinema. Siamo onorati che la Regione Emilia Romagna, attraverso il Fondo sociale europeo, abbia finanzia-to questo progetto di alto livello”.

“Un progetto - come ha voluto sottolineare il Presidente della Regione Bonaccini - che ci permette di evidenziare come l’arte e la cultura siano elementi distintivi del nostro modo di fare programmazione sul territorio regionale. Il tema delle discipline artistiche ha contribuito in maniera determinante ad attirare turisti in Emilia Romagna, ma ci permette anche di creare nuovi posti di lavoro in un settore della cultura verso cui siamo molto sensibili. Ogni euro che investiamo nel cinema ne fa ritornare quattro sul nostro territorio regionale, ed anche questo dato, seppur secondario, ci sprona a continuare su questa strada”. Presenti alla conferenza anche i candidati piacentini del PD alle prossime elezioni politiche, Paola De Micheli, Patrizia Calza, Paola Gazzolo e Marco Bergonzi.

24/02/2018

28471664 701181190270752 4174811206717928387 n

 

Mara Mainardi Referente CNA Impresa Donna Piacenza
CNA ASSOCIAZIONE TERRITORIALE DI PIACENZA
Via Coppalati, 10 - Le Mose 29122 Piacenza (PC)
Tel. 0523/572205 Fax 0523/1860212 Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pagina Facebook: CNA PIACENZA