Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Industria 4.0, Cna Piacenza c’è. “L’88 per cento delle nostre imprese ha idee innovative su cui investire”, dice il presidente dell’associazione Giovanni Rivaroli.incontro cna piacenza 129062.660x368

La terrazza panoramica dell’albergo Roma ha ospitato un momento di confronto, cui si è voluto dare il tono informale dell’aperitivo di lavoro, cui hanno partecipato i vertici di Cna, insieme a Roberto Montanari confondatore di Re, Marco Baracchi Crit Srl, Pietro Caselli Iqc srl, Francesco Timpano, docente dell’università Cattolica, Mario Petrosino, Fondazione Itl, e Patrizio Ricci, presidente nazionale Cna Fita e Roberto Zani, presidente nazionale Cna Produzione.

Industria 4.0 è il piano varato dal Governo per favorire la crescita e l’innovazione, sfruttando le nuove tecnologie, del tessuto produttivo italiano. Una rivoluzione già iniziata in casa Cna, sottolinea Rivaroli. “Abbiamo dati incoraggianti, ora è necessario dare ali a queste idee che rendono bene l’orgoglio di fare impresa in Italia”.

“La nostra è un’associazione dinamica – aggiunge il direttore Enrica Gambazza -, come si evince da questa modalità informale di incontro. Il Paese inizia a vedere il cambiamento, la crisi ci ha cambiati e proprio per questo siamo pronti a affrontare nuove sfide. Industria 4.0 è un contenitore di opportunità, e il nostro compito è farle conoscere”.

Roberto Montanari presenta il lavoro di analisi svolto nelle varie province emiliano – romagnole. “Abbiamo intervistato attraverso un questionario 249 imprese in Regione, 25 a Piacenza – dice -. Di queste, il 57% è del settore manifatturiero, il 35% si occupa di logistica e l’8 per cento di alimentare”.

“Il 72% degli imprenditori intervistati dice che ha innovazioni in atto – continua Montanari -, l’88 per cento ha innovazioni su cui investire, il 70% ha consapevolezza delle opportunità offerte da Industria 4.0. Il 72% diversifica il mercato, l’80% ha già effettuato investimenti in Impresa 4.0 e il 95% è interessato a farne. Insomma, emerge lo scenario di imprese molto attente e attive”.

Piacenzasera 23/04/2018