Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Elena Murelli, candidata Lega alla Camera al proporzionale a Piacenza-Parma-Reggio, alla Cna: «Leva fiscale con la Flat tax per ripartire, semplificazione e formazione. Il nostro programma sarà finanziato tagliando una parte dei 31 miliardi di costo della burocrazia»“

Elena Murelli 3Flat tax per ridare ossigeno alle piccole medie imprese (Pmi), sostegno all’export, detassazione per chi sostiene una start up creata da giovani e sgravi fiscali del 50% alle Pmi nate da giovani under 40, semplificazione del costo del lavoro, formazione e sostegno agli export manager. Sono i punti forti dell’intervento di Elena Murelli, candidata della Lega alla Camera nel proporzionale a Piacenza. Murelli ha partecipato all’incontro organizzato da Cna Piacenza (Confederazione nazionale dell'artigianato e della piccola e media impresa) con i candidati alle elezioni. «Pmi che rappresentano il 54,5% dell’export nazionale» ha chiosato Murelli. «La sostenibilità di queste operazioni - ha affermato la candidata del Carroccio - arriverà dalla semplificazione e da un taglio deciso alla burocrazia che, dati presidenza del Consiglio dei ministri, costa alle aziende 31 miliardi di euro all’anno in ore lavoro per compilare documenti spesso inutili o doppi . Secondo Murelli, sarà importante agire sulla detassazione: «Ad esempio, per dare più lavoro ai giovani - per obbligo di legge - gli investimenti privati nelle giovani imprese e nelle start up saranno inseriti nei Piani di Risparmio e nei Fondi Pensione. Per facilitare le start-up giovani, la detassazione sarà del 50% del costo del lavoro per 5 anni. Per aiutare le aziende ad assumere lavoratori stagionali o occasionali, inoltre, proporremo la temporary card, uno strumento che oltrepassa i voucher. La card sarà tracciata e prevede il pagamento diretto dei committenti, sempre però per lavori saltuari».

Il Piacenza del 21/02/2018